GarganoToday

Emergenza idrica a Monte Sant’Angelo: pressione ridotta per 22 ore

Le restrizioni sono indispensabili per consentire al serbatoio comunale di raggiungere livelli ottimali di riempimento. Autobotti in più punti della città

Immagine di repertorio

A partire dalle 16 di oggi e fino alle 14 di domani, per complessive 22 ore, AQP procederà ad una energica riduzione della pressione su tutta la rete distributiva di Monte Sant’Angelo. La drastica decisione, assunta al termine di una riunione presso la Prefettura di Foggia, si è resa necessaria per consentire nelle ore successive, il pieno ripristino del servizio nell’intero abitato.

Le condizioni attuali di erogazione, infatti, non permettono alla parte alta del Comune di approvvigionarsi, nonostante l’enorme mole di interventi effettuati in questi giorni – sostituzione dei contatori danneggiati e riparazione delle perdite nella rete pubblica - e l’ingente impiego di mezzi e uomini sul territorio.

Le restrizioni sono indispensabili per consentire al serbatoio comunale di raggiungere livelli ottimali di riempimento, condizione essenziale per garantire un servizio regolare su tutto il territorio comunale che presenta delle caratteristiche orografiche particolari, con forti dislivelli tra il centro storico e la parte nuova.

Per far fronte ai disagi, che saranno avvertiti soprattutto negli stabili sprovvisti di autoclave e riserva idrica o con insufficiente capacità di accumulo, AQP attiverà una fornitura integrativa e straordinaria di acqua potabile attraverso autobotti e metterà a disposizione sacchetti da lt. 5 che verranno distribuiti attraverso i volontari della Protezione Civile, con la collaborazione dell’Arma dei Carabinieri.

In particolare, le autobotti verranno dislocate nei seguenti punti: Piazza Ciro Angelillis, zona Galluccio, Piazza Vischi, Via Marcisi, Via Stamburlando, Piazzale Agip, Piazza Duca D’Aosta, Punto acqua. La nona verrà gestita a richiesta dal locale comando della polizia locale.

Alla riunione presieduta dal Prefetto, hanno partecipato i tecnici di Acquedotto Pugliese, la commissione straordinaria del Comune di Monte Sant’Angelo, rappresentanti dell’Arma dei Carabinieri, la Protezione Civile Regionale.

In queste ore di emergenza, Acquedotto Pugliese, rinnovando il proprio impegno per un rapido e pieno ripristino del servizio, ringrazia le popolazioni che vivono ancora i disagi causati dalle difficoltà di approvvigionamento idrico, per la disponibilità mostrata, raccomandando, tuttavia, di effettuare un uso razionale dei prelievi d’acqua, evitando gli usi non prioritari. L’uso responsabile della risorsa rappresenta, infatti, una variabile fondamentale per limitare i disagi.

Al termine delle operazioni di restrizione idrica, AQP impiegherà otto squadre, incrementando ulteriormente l’impegno sul campo fornito in queste ore, per assicurare quel adeguato servizio di pronto intervento, che potrebbe rendersi necessario soprattutto nella parte alta dell’abitato, attualmente non servita.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente stradale sulla Statale 16: violento impatto tra un'auto e un tir, c'è una vittima

  • Musica d'estate in Capitanata: tutti i concerti a Foggia e in provincia

  • Maxi rissa a Foggia, paura e sangue in via Bagnante: il bilancio è di sette arresti e due persone in ospedale

  • Neonato morto a Foggia, famiglia chiede 1,7 milioni ai Riuniti. Gli avvocati: "Cause non ascrivibili ai sanitari dell'ospedale"

  • Arriva la tempesta di grandine, vento e fulmini: è allerta 'arancione' sul Gargano e Basso Fortore

  • Autobus si schianta contro un albero: amputata la gamba della 17enne ferita nel terribile incidente

Torna su
FoggiaToday è in caricamento